Mar 052011
 

Il problema dell’inquinamento acustico che si è presentato per un lungo periodo lo scorso anno, con una intensità tale da non essere assolutamente accettabile, e che si è ripetuto lo scorso mese di febbraio, anche se per un periodo più breve e forse con intensità inferiore, ci ha costretto ad intervenire come Associazione.

Questa settimana l’ARPAT ci ha contattati comunicandoci che, a seguito di chiarimenti chiesti alle aziende,  aveva avuto notizia di un intervento su un impianto con la sostituzione di parte dello stesso, evidentemente fonte del secondo caso di inquinamento acustico, e chiedendoci se il problema sussisteva e se ritenevamo ancora necessaria la  rilevazione del rumore.

In effetti almeno al momento il problema  sembra essersi risolto.

L’associazione Lavoro, Ambiente e Salute desidera ringraziare l’Amministrazione comunale di Scarlino e i funzionari dell’ARPAT per la sollecitudine dimostrata.

Rimane invece la nostra insoddisfazione verso il comportamento di certe aziende per le quali evidentemente il disagio, l’irritazione e la preoccupazione di qualche decina, se non centinaio, di cittadini non ha rilevanza alcuna.

Nell’era della comunicazione è forse di troppo anche un semplice messaggio: “Scusate il disagio, abbiamo un inconveniente tecnico, lo ripareremo al più presto” , da dare alla stampa o da inoltrare con qualche altro mezzo, fra i tanti disponibili, per portare a conoscenza della comunità che si tratta di un problema  transitorio?

I cittadini non sono così sprovveduti, capiscono benissimo che su un impianto può crearsi un problema tecnico, possono sopportare ed essere comprensivi, purché dall’altra parte si dimostri buona volontà e non colpevole indifferenza verso chi sta “oltre le mura dell’azienda”.

Non avremmo disturbato il Sindaco di Scarlino ed avremmo lasciato l’ARPAT a cose più importanti. Ci auguriamo che questo messaggio giunga a chi di dovere e che non ci sia una prossima volta come questa.

p. l’Associazione Lavoro, Ambiente e Salute
Antonio Pavani

Scarlino 03.03.2011

 Lascia un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

*

code