Ott 312016
 

SCARLINO. I lavori e gli interventi vanno avanti, ma l’attenzione alla piana del Casone e sul resto del territorio che la circonda sembra affievolita. Da tempo non c’è più una discussione pubblica riguardo le tematiche ambientali scarlinesi. Così l’associazione Lavoro Ambiente e Salute ha organizzato per domani un incontro nella sala Auser di Scarlino Scalo, alle 17, dal titolo “Falde acquifere e arsenico: la possibile bonifica”, a cui parteciperà l’esperto Gianfranco Chighine della Tegaia srl. «Il nostro comprensorio, negli ultimi sessant’anni della sua storia industriale, è stato inquinato con sostanze di natura diversa – spiegano dall’associazione – Il problema maggiore rimane l’alta concentrazione di arsenico presente nei terreni e la sua presenza massiva nelle falde acquifere dove, durante gli anni, questo elemento si è trasferito. Per la riduzione dell’inquinamento delle falde è stato approvato dal comune di Scarlino un progetto di bonifica». Sarà il sistema giusto?

La discussione è stata portata avanti per lungo tempo e ora Lavoro Ambiente e Salute vuole riproporla attraverso un incontro pubblico a cui sono invitati cittadini e istituzioni. Obiettivo, «portare ai nostri concittadini informazione e discutere sui benefici e sulle problematiche che caratterizzano questi processi industriali di bonifica» conclude la nota d’invito. (a.f.)

Fonte: Il Tirreno del 28/10/2016

 Lascia un commento

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(richiesto)

(richiesto)

*

code